Side Menu
Basilica di San Petronio | I presepi in San Petronio
6602
page-template-default,page,page-id-6602,page-child,parent-pageid-3364,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,

I PRESEPI IN SAN PETRONIO

Quest’anno in Basilica di San Petronio potrete ammirare tre presepi allestiti durante il periodo natalizio.

1. Il presepio di Donato Mazzotta in San Petronio

 

Donato Mazzotta è uno scultore, bolognese di adozione, che ha recentemente donato alla nostra Basilica due opere dedicate al Santo Patrono.

Questo presepio lo troviamo sotto l’ambone della Cappella Maggiore.

 

Particolarmente vicino al tema della Natività cui più volte ha saputo dare forma artistica, nel 2016 ha donato a Papa Francesco una delle sue rappresentazioni in terracotta oggi esposta in Vaticano.

 

Nel presepio che si può visitare in Basilica, la figura di riferimento è quella di San Giuseppe che seppe superare le difficoltà di fronte alla miracolosa maternità della moglie cercando una risposta nella fede. Allo stesso modo oggi l’uomo, trovandosi nelle tante difficoltà che il mondo attuale gli riserva, dovrebbe trovare nel gesto di San Giuseppe un esempio capace di ispirarlo.

 

Scarica qui la locandina

2. Il presepio del Dormiglione in San Petronio

 

Si deve allo scultore bolognese Luigi Enzo Mattei, la sacra rappresentazione in terracotta policroma, collocata davanti alla Cappella dei Notai, che verrà inaugurata ufficialmente nella nostra Basilica nel corso della Santa Messa della Vigilia di Natale.

 

L’autore si ispira alla tradizione rappresentata da Niccolò dell’Arca, Alfonso Lombardi e Jacopo della Quercia per dare vita a figure di importante corporeità e solida monumentalità in una composizione che vede il Bambino al centro con lo sguardo riservato alla Madre, mentre Giuseppe invita coloro che osservano a partecipare emotivamente all’evento.

 

Fanno poi corona alla Sacra Famiglia il bue e l’asino di francescana memoria, animali dai molteplici significati.

 

All’interno della Cappella lo sfondo è costituito da un ampio telo in cui è rappresentata la città di Bologna proiettata verso il cielo stellato, mentre sotto un corteo affollato si snoda festoso ma senza meta.

 

In questo contesto una strada rettilinea parte dal Bambino per attraversare la porta della struttura architravata, proiettandosi sul fondo, ed è lungo questa strada che due Angeli stanno per annunciare la Buona Novella al Dormiglione, il pastore che si addormenta non accorgendosi di quanto gli accade intorno.

 

Una figura emblematica della tradizione presepistica bolognese diviene così protagonista della scena, in una versione inedita che l’autore ha voluto riservare a questa occasione.

3.Il presepio della Cometa in San Petronio

 

Il presepio della Cometa è allestito all’ingresso del sottotetto di San Petronio con le statue provenienti dalla composizione di Palazzo Caprara-Montpensier

.

La rappresentazione è stata ideata sotto la direzione artistica dell’architetto Elisabetta Bertozzi.

 

Le statue in terracotta, dello scultore Luigi Enzo Mattei, appartengono alla composizione di Palazzo Caprara-Montpensier e il Prefetto Matteo Piantedosi le ha concesse per l’occasione.

 

L’accompagnamento musicale è stato suggerito dal maestro Ezio Bosso, mentre l’immagine della cometa Hale-Bopp su Via Lattea che fa da sfondo si deve all’Osservatorio Tito Lucrezio Caro e agli astrofili Umberto Bonori, Ivano Ferri e Stefano Orlandi.

 

I visitatori della terrazza panoramica potranno vedere il presepio allestito all’ingresso del sottotetto, tra volte e capriate secolari.

Sopri qui gli orari di apertura della terrazza panoramica.