Side Menu
Basilica di San Petronio | DUE MAESTRI DI CAPPELLA FRA BOLOGNA E MODENA
7775
page-template-default,page,page-id-7775,page-child,parent-pageid-3364,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,

DUE MAESTRI DI CAPPELLA FRA BOLOGNA E MODENA

musiche di Giacomo Antonio Perti e Antonio Maria Pacchioni

Venerdì 22 giugno 2018 alle ore 21 la Cappella musicale arcivescovile di S. Petronio, diretta da Michele Vannelli e accompagnata all’organo da Alessandro Casali, terrà un concerto di musica sacra sulle storiche cantorie della maggiore Basilica bolognese.

 

In programma salmi e mottetti per voci soliste, coro e organo di Giacomo Antonio Perti (1661-1756) e Antonio Maria Pacchioni (1654-1738). Bolognese il primo, modenese il secondo, ressero negli stessi anni le principali cappelle musicali delle rispettive città, quella di S. Petronio e quella del Duomo; entrambi notevolmente longevi (morirono l’uno a 95 anni, l’altro a 84), furono annoverati fra i più raffinati contrappuntisti italiani fra Sei e Settecento. L’eccezionale rilevanza della figura e dell’opera di Perti, «il più dotto fra quanti mai furono maestri di cappella della perinsigne collegiata di S. Petronio», «onor del picciol Reno», «principe e duca di tutte le orchestre», ha sollecitato da tempo l’interesse degli studiosi e degli esecutori, cosicché parte della sua ricchissima produzione superstite è stata restituita all’ascolto del pubblico contemporaneo, soprattutto grazie al lavoro svolto negli ultimi trentacinque anni dalla Cappella di S. Petronio.

 

Al contrario, di Pacchioni non sono sopravvissute che poche decine di opere, conservate perlopiù a Bologna, nella Biblioteca della musica e nell’Archivio musicale di S. Petronio, a Modena, nella Biblioteca Estense universitaria e a Münster, nella collezione Santini; la produzione del maestro modenese rimane a tutt’oggi inedita e pressoché ineseguita. Ed è un peccato, perché si tratta di musica di eccezionale qualità compositiva. Non a caso, diversi estratti delle opere di Pacchioni sono presentati come modello per i giovani compositori nei due maggiori trattati di contrappunto italiani del Settecento, quello di Giuseppe Paolucci (Arte pratica di contrappunto, parte seconda, Venezia 1766), e quello del di lui maestro, padre Giovanni Battista Martini (Esemplare, o sia Saggio fondamentale pratico di contrappunto, parte seconda, Bologna 1775). Scrive padre Martini:

 

Questo insigne compositore […] apprese l’arte del canto sotto la disciplina di don Marzio Erculeo di Otricoli, musico della Cappella Ducale di Modena e celebre Maestro di canto fermo e figurato […] Studiò poscia l’arte del contrappunto sotto la direzione di Giovan Maria Bononcini, capo degli strumenti della corte di Modena, celebre ancor esso per le diverse opere pratiche stampate, e particolarmente per l’opera intitolata Musico pratico, molto utile per apprendere l’arte del contrappunto. Ma essendo mancato dopo pochi anni al Pacchioni, sopraggiunto dalla morte, il maestro, si diede con uno studio indefesso a spartire le composizioni de’ maestri più classici, e singolarmente del Palestrina, e con ciò si rese uno de’ più eccellenti compositori del suo tempo, e dopo aver servito da maestro di cappella Rinaldo I, duca di Modena, il Duomo, il pubblico di quella città ed altre chiese, morì il 15 luglio dell’anno 1738, in età d’anni 84.

 

Le fughe finali dei salmi Confitebor e Laudate Pueri sono analizzate rispettivamente nel secondo volume dell’Esemplare e nel secondo volume dell’Arte pratica di contrappunto, insieme con altri innumerevoli esempi tratti da opere di Perti e di illustri maestri delle generazioni precedenti.

PROGRAMMA

 

ANTONIO MARIA PACCHIONI (Modena, 1654 – ivi, 1738)

Domine ad adiuvandum

responsorio per coro a quattro voci e basso continuo

da un manoscritto conservato nella Biblioteca della musica di Bologna

Dixit Dominus

salmo per soli, coro a quattro voci e basso continuo

da un manoscritto conservato nella Biblioteca della musica di Bologna

 

GIACOMO ANTONIO PERTI (Bologna, 1661 – ivi, 1756)

lætitia infinita

mottetto per la Resurrezione a voce sola e basso continuo

da un manoscritto conservato nell’archivio musicale della Basilica di S. Petronio

Lars Magnus Hvass Pujol, tenore

 

ANTONIO MARIA PACCHIONI (Bologna, 1637 – ivi, 1695)

Confitebor

salmo per soli, coro a quattro voci e basso continuo

da un manoscritto conservato nella Biblioteca della musica di Bologna

 

GIOVANNI PAOLO COLONNA (Bologna, 1637 – ivi, 1695)

Benedicam Dominum in omni tempore

mottetto per ogni tempo a tre voci e basso continuo

da Mottetti a due e tre voci […]Opera terza,

Bologna, Giacomo Monti, 1681

Francesca Santi, Teresa Pargi, soprani

Giacomo Contro, baritono

 

GIACOMO ANTONIO PERTI
Beatus vir

salmo per soli, coro a quattro voci e basso continuo

da un manoscritto conservato nell’archivio musicale della Basilica di S. Petronio

Benedicte, ne cedas

mottetto per san Benedetto abate a voce sola e basso continuo

da un manoscritto conservato nell’archivio musicale della Basilica di S. Petronio

Francesca Santi, soprano

 

ANTONIO MARIA PACCHIONI
Laudate pueri Dominum

salmo per soli, coro a quattro voci e basso continuo

da un manoscritto conservato nella Biblioteca della musica di Bologna

 

SOLISTI E CORO DELLA CAPPELLA MUSICALE ARCIVESCOVILE DELLA BASILICA DI S. PETRONIO

Victoria Constable, Han Gong, Laura Manzoni, Francesca Santi*,
Anna Tagliabue, Fabiana Zama, soprani
Jone Babelyte*, Marta Collot, Alessandra Fiori*, Daniela Galesi,
Matilde Panella, Teresa Parigi*, Sibilla Rizzo, contralti
Alessio Damiani, Lars Magnus Hvass Pujol*, Marco Pedrazzi, Edoardo Ricci, tenori
Giacomo Contro*, Alberto Denti, Alessandro Papa, Daniele Pascale Guidotti Magnani,
Andrea Simili, Michelangelo Stanzani Maserati, Davide Vecchi, Sergio Luca Zini, bassi

Alessandro Casali, organo

Michele Vannelli, maestro di cappella

INGRESSO A OFFERTA LIBERA
 

È possibile accedere al presbiterio della Basilica fino a esaurimento posti e previa prenotazione.

Informazioni e prenotazioni: info@cappella-san-petronio.it

www.cappella-san-petronio

 

SCARICA IL PROGRAMMA

Torna all’elenco delle Iniziative ed Eventi