Side Menu
Basilica di San Petronio | San petronio tra storia e leggenda - Basilica di San Petronio
San Petronio diventò patrono di Bologna nella prima metà del V secolo. Un santo con una storia piena di leggende che diventa vescovo di Bologna verso il 430.
San petronio tra storia e leggenda Basilica di San Petronio
1413
page-template-default,page,page-id-1413,page-child,parent-pageid-999,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,

SAN PETRONIO TRA STORIA E LEGGENDA

 


 


 

Un santo con una storia piena di leggende. San Petronio diventò patrono di Bologna nella prima metà del V secolo. Su di lui si conosce assai poco. Sappiamo che nacque da un nobile romano che viveva in Spagna, che passò la sua giovinezza nella ricchezza, salvo poi abbandonare tutto per la vita religiosa, che lo fece diventare vescovo di Bologna tra il 431 e il 450. Arrivò nella città felsinea nei primi anni del 400 d.C. e la trovò saccheggiata e distrutta dalle invasioni barbariche. I bolognesi erano allo stremo delle forze e si affidarono alla figura di san Petronio che contribuì alla ripresa, facendo costruire, tra le altre cose, la Basilica di Santo Stefano. Per molti secoli di lui non si seppe più niente, ma in pieno medioevo i monaci benedettini della Basilica di Santo Stefano ritrovarono la sua tomba nel monastero.

 

Varie leggende si sono poi create sulla sua vita. In una di queste si narra di un suo viaggio a Gerusalemme dal quale tornò con molte reliquie, ad esempio una colonna che indicava l’altezza di Cristo, e un permesso, ottenuto a Costantinopoli da Teodosio II, di allargare la cerchia muraria di Bologna e di porvi la sede dello Studio Generale, cioè l’università. Da queste storie, che mescolano mito e realtà, nasce il culto del santo, visto come figura civica che voleva solo il bene della città e che ha garantito un periodo di pace e prosperità.

Torna a NON TUTTI SANNO CHE…