Warning: Use of undefined constant HTTP_USER_AGENT - assumed 'HTTP_USER_AGENT' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.basilicadisanpetronio.org/home/wp-content/themes/satellite/header.php on line 1
Basilica di San Petronio | Cappella di Sant'Ivo - Basilica di San Petronio
anybunny.tv 17 year saxi vedio girl sunny leone chuda chudi 12 yars bulu bf sexi filam porndu.net rajwap porn pornfactory.info hotmoza.tv sunny leone jabardasti chudai video pornko.net sitemap
Side Menu
Basilica di San Petronio | Cappella di Sant'Ivo - Basilica di San Petronio
Sant'Ivo era dedicata a S. Brigida, appartenne ai Foscarari, poi alla Fabbriceria, è l’esempio di tardo barocco ad opera dell’architetto Dotti nel 1752.
Cappella di Sant'Ivo
131
page-template-default,page,page-id-131,page-child,parent-pageid-62,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,

 

III. Cappella di S. Ivo

 

In antico dedicata a S. Brigida e appartenente ai Foscarari, poi della Fabbriceria, la cappella di Sant’Ivo è l’esempio di tardo barocco sobrio e luminoso che più piaceva a Bologna, ad opera dell’architetto Carlo Francesco Dotti nel 1752.

Questa manodopera è fondata sul gioco sottile dei chiaroscuri, sui guizzi eleganti delle sculture fra le mosse membrature architettoniche, e portato a lasciare alla sola pittura il compito di accendere con toni più alti la policromia dell’ambiente.

 

La pala rappresentante la Madonna di S.Luca e i Santi Ivo ed Emidio venne dipinta attorno al 1781 da Gaetano Gandolfi.

Le vivacissime sculture (la Fede, la Carità e la Speranza nel fastigio; la Giustizia e la Prudenza ai lati dell’altare) vennero plasmati in stucco da Angelo Gabriello Piò (1752).

Le pareti laterali mostrano, entro quadrature illusionistiche di Prospero Pesci (1752) i dipinti rappresentanti S. Carlo Borromeo, opera di Francesco Brizio, e la Vergine che appare a S. Francesca Romana, opera di Alessandro Tiarini, ambedue eseguiti attorno al 1615.

santivoweb5

Nella parete laterale destra, verso il 1934, è stato riscoperto un piccolo brano della decorazione più antica, dovuta al pennello di Pietro di Giovanni Lianori (1438-1440). Nel pavimento appare la bella lastra tombale di Ludovico Foscarari (1540).

santivoweb6

Nella parete tra questa cappella e la seguente, sono addossati due orologi costruiti nel 1758 da Domenico Maria e Cristino Fornasini e indicanti il tempo medio ed il tempo solare. Giovanni da Modena affrescò fra il 1413 ed il 1420, il gigantesco S. Cristoforo, con l’annunciazione e l’immacolato concepimento della Vergine nei tondi sovrastanti.

Torna indietro all’elenco delle Cappelle